E’ tempo di Minialbum!

Scritto il . Postato in blog, lilith

L’abbiamo già detto, la bella stagione è ormai arrivata e nonostante gli ultimi giorni di freddo ci abbiano uin po’ spiazzato si va inesorabilmente verso giornate assolate e pomeriggi all’aria aperta.

Questa è la stagione delle comunioni, dei battesimi, dei matrimoni e della fine della scuola. Tutte occasioni perfette per un bel minialbum! Quindi, per questo post ho pensato fosse ora di tornare alle origini e allo scrap più classico tirando fuori uno dei mie strumenti preferiti: la bind it all, compagna di tanti lavori..,

g3292

Approfitto quindi di questo post per proporvi un mini adatto a tutte le occasioni. Per quanto mi riguarda ho costruito questo albumino per una coppia di amici e per il bimbo che presto entrerà nelle loro vite, ma cambiando il tema e i colori la stessa struttura si può adattare a mille e una occasione diversa. Il lavoro più lungo è, come sempre, quello dedicato alla copertina, che ho cercato di fare semplice e robusta allo stesso tempo.  La prima e l’ultima pagina di questo mini sono costituite da due quadrati 15,5X15,5 di chipboard alta 2 mm e con il feltro ho creato una specie di sovracoperta, che contenesse e proteggesse l’album.

Come ho fatto?

Per cominciare ho tagliato 4 quadrati di feltro, li ho trapuntati e poi uniti a due a due in modo da formare due “tasche”. Siccome non sono molto brava con ago e filo, non ho cucito insieme le due parti delle “tasche” in feltro, ma le ho incollate con un filo di colla a caldo, stando attenta a fare un lavoro pulito e ordinato.

Una volta asciugata la colla, ho unito tra loro le tasche usando un rettangolo in feltro azzurro che è quindi diventato il futuro”dorso” del nostro album. La semplice decorazione che ho poi incollato all’album è stata ottenuta cucendo tra loro due fustellate e arricchendole con un bottone in tinta.

g3324

A questo punto bisogna preparare la struttura interna. La prima e l’ultima pagina dell’album , devono essere resistenti e come anticipato, le ho ritagliate da un cartone pesante che ho poi “ingentilito” incollandovi sopra della patterned a fiori.

g3296

Per le pagine interne ho invece ricavato, da due cardstock bianchi, 8 quadrati di 15,5X15,5 cm di lato.

g3332

Li ho poi ricoperti con dei quadrati di patterned di 14,5X14,5 cm. Ho usato le carte della collezione “Little You” della Create paper, che sono assolutamente strepitose. Ho poi forato le pagine e le due copertine in cartone pesante e rilegato tutto con la Bind it all. A questo punto ho semplicemente fatto scivolare la prima e l’ultima pagina dell’album nelle rispettive tasche in feltro e il gioco è fatto.

g3316

Finita la struttura mi sono potuta dedicare alle pagine interne, che ho decorato in maniera molto leggera, per lasciare lo spazio per le fotografie ed evitare ci fossero spessori eccessivi.

Come abbellimenti ho usato gli Ephimera della collezione Lulluby della Pebbles, che sono delicati e davvero perfetti per un bambino

g3320

g3303

g3328

g3280

g3284

Insomma un lavoro semplice e delicato che può essere interpretato in mille modi diversi…

g3312

 

 

 

 

 

Buona Pasqua a tutti!!

Scritto il . Postato in blog, eleonora, i nostri speciali, lilith, manu, party & co.

speciale_pasquaCiao a tutte, siete pronte per la battaglia di cibo e cioccolata che si scatenerà nel weekend? Noi del DT abbiamo pensato a qualche idea carina per abbellire queste giornate pre-pasquali ed eccole qui.

Manuela ha usato due piccoli telaietti per realizzare degli abbellimenti/home decor da appendere in casa durante le feste pasquali. Ma sono talmente semplici e simpatici da poter essere usati tutto l’anno, cambiando le decorazioni, e da poter essere regalati, magari in occasione di una nuova nascita.

telaietti di Pasqua

Basterà usare un pannolenci come fondo del telaietto (Manu ne ha usato uno stampato con cuoricini) e uno di colore e tipo diverso da sovrapporre per formare una sorta di taschina (qui in celeste e rosa glitter): nello shop ne trovate di tantissimi colori! Non c’è niente da cucire, niente da incollare, neanche i pizzetti che sono stati usati per rifinire, perché la pressione del telaio li tiene in posizione. Potrete così sostituirli e riutilizzare i materiali per altri progetti, una volta che vi sarete stancate ;).

Telaietto pasquale

Non resta che abbellire un po’ i telai e riempire le taschine!

Nel telaio celeste Manu ha usato delle margherite stilizzate tagliate con la Silhouette e dei ramoscelli tagliati a mano incollati con colla a caldo, mentre nella taschina ha inserito una foto in tema e un coniglietto che si affaccia.

telaietto pasquale

Nel telaio in rosa l’abbellimento è rappresentato da due ovetti di polistirolo rivestiti con twine e abbelliti con un fiorellino e una brad, fatti penzolare semplicemente legati alla chiusura del telaio, in modo da essere facilmente rimossi. Mentre nella taschina troviamo altri fiorellini abbelliti da brads, un coniglietto che aspetta di incontrarsi con l’altro :D e due tags.

Particolare telaietto - uova

Particolar telaietto

Particolare telaietto

Le taschine potranno essere usate per contenere i bigliettini di auguri pasquali o foto fatte in occasione delle feste.

Telaietto

Telaietto

 —

 Lilith ha organizzato un the di primavera con le sue amiche storiche.

Sulle tazze, ha fatto trovare loro delle piccole buste, a metà tra l’invito e la card di ringraziamento.

g3236

Ha fatto delle buste a forma di tag usando del vellum bianco e poi le ha decorate con wood veener, delle scrittine adesive, qualche ritaglio di carta e delle delicatissime lampadine ritagliate con la silhouette della Cameo.

g3208

g3216

All’interno delle buste ha inserito delle card 7,5 X 10 cm sul cui retro ha scritto un pensiero per le le sue amiche.

Le card sono molto carine: ritagliate dalle carte della collezione Tealightful, che sembrano fatte apposta per un invito di primavera. Non sono praticamente decorate, visto che i disegni sono già bellissimi. E’ bastato stondare gli angoli e aggiungere un nastrino bianco per facilitare l’estrazione dalla busta

g3212

g3220

g3228
image3109

Eleonora ha cucito dei piccoli sacchettini di lavanda a forma di coniglietto! Ha unito il tema della Pasqua a quello della primavera.

IMG_0789

Ha utilizzato delle stoffine a tema per creare un mini set da 3! Nello shop potrete trovare delle bellissime stoffine americane per realizzarli anche voi.

IMG_0787

Il messaggio augurale è stato timbrato su un pezzettino di stoffa neutra e cucito sui coniglietti.

Questi sacchetti profumati sono perfetti da appendere dentro l’armadio o in bella vista ad un pomello di una credenza o un cassettone.

IMG_0788

Con questi piccoli consigli, auguriamo a tutte voi una speciale Pasqua!

Ci rivediamo la prossima settimana!

Un grande abbraccio da tutto il Dt!

Voglia di rosa

Scritto il . Postato in blog, eleonora

Buongiorno a tutte,

oggi è il mio turno e voglio proporvi un layout scrap.

Ho notato che nelle mie pagine tendo a prediligere il colore rosa e spesso anche il giallo.

E anche questa volta ci sono caduta! Con una pagina completamente rosa, con accenni di nero e grigio (adooooro questo accostamento!) dedicata a me stessa.

IMG_0201 copia

Ho utilizzato i classici ritagli e rimasugli che non butto mai via che servono proprio per il vero scrap!

La Pattern di fondo è di Pink Paislee : mi piaceva da matti quell’effetto acquarellato sfumato dai toni del rosa a quelli del color pesco. Sicuramente è un effetto che voglio cercare di riproporre con i nuovi pastelli a cera dell’American Crafts di Vicki Boutin – Water Soluble Art Crayons.

IMG_0202 copia

Ultimamente ho abbandonato il project life ma, avendo accumulato infinite cards, le trovo indispensabili per mattare le foto nei lo e per creare l’effetto layering che adoro per creare nuovi e non banali abbinamenti di colore spesso a contrasto, come in questo caso.

IMG_0203 copia

Immancabili i glue dots che danno sempre quei tocchi di luce e colore di cui non riesco a farne a meno.

Per gli abbellimenti ho utilizzato le ephemera di Pink Paislee . La moda del momento è quella di utilizzare mazzolini di fiori o rose x completare le nostre pagine o i nostri mini… un piccolo trucchetto: si possono usare anche le carte per il super classicissimo decoupage che hanno delle composizioni di fiori e di foglie molto belle e di varie dimensioni (in negozio sono disponibili!).

IMG_0204 copia

Come i glue dots, per me sono irrinunciabili le gocce con i Mr Hueys! In questo caso ho usato il classico nero!

Alla Prossima

E.

Ps.  Vi ricordo di partecipare alla sfida mensile con gli elementi proposti dalla nostra Lilith

>> qui <<.

bag 2 bag

Scritto il . Postato in blog, home & organization, sara, tutorial

Buongiorno care creative! Non so a voi, ma questa primavera improvvisa mi ha messo una voglia di creare spaventosa! Infatti ho spolverato la vecchia Singer della nonna e rovistato nella cesta dei ritagli di stoffa, trovando dei bellissimi pezzi grigi e rosa perfetti per ci che volevo creare!

Avevo infatti bisogno di una di quelle sportine di stoffa da tenere in borsa ed utilizzare all’occorrenza, tipo quando sono in giro per lavoro a ritirare e/o conseganre buste e documenti che puntualmente mi ritrovo inmano e non so mai dove mettere!

Quindi, per realizzare questa “bag2bag” avete bisogno di:

- 2 pezzi stoffa grigio scuro pois  32×26 cm(esterno borsa)

- 2 pezzi stoffa grigio chiaro pois 16×26 cm (esterno e interno)

- 2 pezzi stoffa rosa 32×26 cm(interno borsa)

-2 pezzi stoffa grigio scuro pois 5×50 cm(manici)

-  1 pezzo elastico piatto 12cm

- 1 bottone fucsia grande

- filo da cucire grigio scuro e fucsia

Immagine1

Per prima cosa, ho fissato tra di loro l’interno (stoffa rosa) e l’esterno (stoffa grigio scuro) della borsa con due spilli, in modo da averli ben uniti tra di loro e riuscire a lavorare bene.

Innanzi tutto, ho fissato con due punti l’elastico piatto sul dritto della stoffa grigio scuro, per realizzare la chiusura della borsina.

Ho realizzato la parte superiore della sporta piegando a metà la stoffa grigio chiara e stirandola per benino, l’ho poi appoggiata sulla stoffa grigio scuro e ho cucito lungo il bordo. Poi ho rigirato la stoffa grigio chiaro e ho nuovamente stirato.

IMG_8690Per fissare bene tutto, ho fatto un’altra cucitura ababstanza vicino al punto di giunzione delle due stoffe. Sulla parte grigio chiaro ho usato il filo da cucito grigio, mentre sulla parte grigio scuro ho usato il filo fucsia (in foto non rende..sigh!)

IMG_8672

Poi ho realizzato i manici. ho piegato a metà (sulla larghezza) le stisce di stoffa grigio scuro, cucendone poi il margine. IMG_8659

Con un uncinetto e un pò di fatica, ho risvoltato i manici e li ho stirati per bene, appiattendoli.

IMG_8673Ho poi fissato i manici dal rovescio delle due parti della mia borsa, fissandoli poi conla macchina da cucire. Diciamo che ho fatto qualche esperimento con i punti diversi, ma è venuto decisamente male!

IMG_8677Infine, con molta pazienza e precisione, ho unito le due “facce ” della borsa dritto contro dritto e ho cucito lungo tutto il bordo. Se notate delle cuciture storte,  è solo un’illusione ottica! Le cuciture sono drittissime, è la stoffa che ho tagliato storta :-)

IMG_8680Ecco un piccolo particolare della borsa risvoltata.

Come tocco finale, ho cucito un bel bottone rosa poco sopra a dove ho posizionato l’elastico, in modo che piegandola ed arrotolandola, si riduca ai minimi termini, la misura giusta per perdersi dentro la mia borsa!

IMG_8743

Eccola qui, pronta per essere tuffata in borsa!

IMG_8751

IMG_8752Mi sono divertita un sacco a realizzarla, indubbiamente devo affinare la tecnica, ma mi piace da impazzire. Avete curiosato nello shop nella sezione del cucito creativo? Ci sono un sacco di stoffine americane coloratissime e con fantasie stupende..missà che cucirò ancora qualche borsina da spargere alle amiche!

Seguiteci anche sui social e postate le vostre creazioni con l’hashtag #FateLeCreative

Sfida Mensile: Aprile!!

Scritto il . Postato in blog, lilith, sfida del mese

sfida-mensile-22-e1456825896739.png (506×95)

Nuovo mese nuova sfida. Quindi preparatevi per il nostro:

CrafLift!

Ma prima vi rinfresco le regole. Ogni mese posteremo un progettino Craft con alcuni elementi particolari. Voi dovrete prendere questi elementi ed utilizzarli a vostro piacere per realizzare un piccolo lavoretto. Potete scegliere la tecnica che preferite, a patto che sia fatto a mano: cucito creativo, scrap, crafts, packaging, cartonaggio e chi più ne ha, più ne metta.

Postate il vostro lavoro, o il link a cui ammirarlo nei commenti o inviatecelo via mail all’indirizzo info@fatelecreative.it e aspettate di sapere se siete voi la vincitrice!

Ogni sfida prevede un premio, si sa, e il nostro è particolarmente succulento. La vincitrice si porterà a casa uno sconto del 20% da spendere in negozio oppure online e la possibilità di partecipare come GUEST DESIGNER il mese successivo!

Questo mese, il progetto a cui dovete ispirarvi è di Lilith. I suoi elementi sono:

CORNICE – ROSA – GLITTER e LEGNO

g3135

Lilith ha preparato un quadretto da appendere al muro della sua craft room e visto che la bella stagione sta finalmente facendo capolino anche il suo lavoro è interamente dedicato alla Primavera.

Quindi una splendida carta rosa della collezione TeaLighful a fare da sfondo e poi foglie, un paio di wood veener a cuore, una scritta e una nuvoletta tagliati con la cameo e un alfabeto azzurro glitterato che a solo vederlo fa pensare alla primavera.

g3139

 

g3143

g3131

g3151

 

Ora avete tempo fino al 1° Maggio per presentare i vostri lavori quando, con il lancio della nuova sfida, verrà decretato anche il vincitore di questo mese!

Che ne dite, partecipate??????

Noi spettiamo tutti i vostri lavori!!

Piccolo è bello!

Scritto il . Postato in blog, manu

Non è detto che fare regali voluminosi e ingombranti sia la scelta vincente ;). A volte una cosa piccola, ma fatta con il cuore, è più apprezzata, specie se ha a che fare con un ricordo piacevole!

Una volta che vi siete convinti di questo ;), sarete pronti per realizzare un piccolo minialbum da regalare a chiunque abbia trascorso con voi un momento da ricordare. Ho pensato, mentre lo assemblavo per la persona a cui è destinato il mio, che potrebbe essere anche una bomboniera speciale, perché no?

Niente di spericolato e complicato, partiamo da un semplice accordion o struttura a fisarmonica che è la cosa più immediata e veloce per strutturare un minialbum, anche per chi inizia adesso, in questo istante, a fare scrap!

I materiali che ho usato li trovate nello shop:

Come vi ho già detto, questo è un pensiero per una persona a me cara e so che ama poco i colori forti, ma molto il bianco e nero. Così, quando ho visto i fogli Dear Lizzy della linea Lovely Day mi sono sembrati perfetti. Li ho usati nella versione bicolore, con tocchi di colore soft all’interno.

Anche se di solito ci si arriva alla fine, partiamo dalla confezione basic: un packaging fatto semplicemente piegando il bellissimo vellum a pois glitter per formare un sacchettino, che è perfetto così!

1

2

 Insieme al mini, aprendo il sacchettino troviamo anche una mini card abbinata :).

Ma procediamo con ordine!

3

 Il minialbum è davvero mini: misura 9.5×8 cm. E’ un accordion a 6 facce in cartoncino bianco incollato ad una “custodia” fatta a misura in cartoncino kraft.

Ho doppiato il “battente” della copertina con il vellum e ho usato una brad per chiudere.

4

7

 Ogni pagina dell’accordion ha una taschina che ho decorato con le patterned e sovrappondendo fiori e  rametti tagliati dal foglio usato per la copertina. Ho aggiunto anche qualche elemento tagliato con la Silhouette.

8

9

10

11

 Dentro le taschine basterà mettere le foto, mattate con patterned. Non ho usato ulteriori abbellimenti, anche perché si rischierebbe di non riuscire a chiudere la struttura.

5

La card-ina di accompagnamento riprende gli stessi elementi del mini e lo completa :)

6

13

 

Piccolo è bello e raffinato, per di più! Spero di avervi dato un ideuzza, piccola piccola!

A presto <3

 

parure in fimo

Scritto il . Postato in blog, sara

Il mio primo vero hobby è stata la modellazione delle paste sintetiche. Ho iniziato a modellare piccoli monili da sapore un gipsy, da autodidatta, girovagando per i siti americani in cerca di ispirazione. Poi ho iniziato a sperimentare le varie tecniche, acquisendo sempre più manualità e realizando anche delle vere e proprie parure di bijoux. Non avevo uno stile preciso, creavo a seconda dell’ispirazione.

Poi ho conosciuto lo scrap e ho abbandonato le mie amate paste modellabili, ma ammetto che ogni tanto sento l’impellente bisogno di manipolare un panetto di Fimo, non necessariamente per creare qualcosa, ma per il semplice gusto di tornare un pò indietro nel tempo. E così è stato qualche giorno fa, mentre cercavo l’ispirazione per questo post.

Ho rispolverato il mio quadernino delle tecniche e ne ho scelta una caso, si chiama “hidden magic” ed è una figata. In realtà, si parte da un’altra tecnica, la “skinner blend“, che consiste nella realizzazione di sfoglie di pasta modellabile con delle bellissime sfumature, mediante l’aiuto di una vera e propria macchina per stendere la pasta.

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/236x/63/06/98/630698f378c0b741162ae9cfd9c76852.jpg

Skinner blend – immagine presa da internet

Quindi mi sono messa all’opera ed ecco cosa ne è uscito.

Un’appariscente parure, composta da tre bangles, due spille e un paio di orecchini. Niente collana o anelli, perchè il resto mi sembrava già abbastanza importante!!

IMG_8628I colori sono gli stessi di un maglioncino che avevo regalato anni e secoli fa al mio fidanzato, che mi era piaciuto proprio per i colori accesi e vivaci.

Un particolare dei bracciali, che hanno spessori diversi e ho modellato usando come base una lattina di Coca Cola (il diametro perfetto per le mie mani!).

IMG_8621Ho prima creato una base con una sfoglia bella spessa di Fimo nero (n° 9) sulla quale ho modellato l’anima del bracciale con gli scarti di pasta di lavori precedenti (non si butta via niente, tutto torna utile!!) poi ho completato con i pezzi di Fimo sfumato, realizzati secondo i tutorial linkati sopra.

Stesso procedimento per gli orecchini: ho creato la base dandogli forma con gli appositi attrezzi e ho poi completato tutto con le strisce di Fimo sfumato.

IMG_8623

E infine le spille, realizzate nello stesso identico modo.

IMG_8624

Un trucchetto per elimire gli avvallamenti nei punti di giunzione dei vari pezzi di sfoglia, è quello di lisciare la superficie dell’oggetto con un pò di borotalco, che darà anche un effetto leggermente perlato al tutto.

Una volta modellata tutta la parure, ho infornato a per circa 30 minuti a 110°C, controllandola ogni tanto, date le diverse dimensioni dei vari pezzi. Ho lasciato rafreddare e poi ho lucidato tutto con l’apposita vernice brillante. Più mani si stendono, più la finitura tenderà all’effetto vetrificato, ma tra una mano e l’altra è importante lasciare asciugare molto bene!

Cosa aspettate? Correte in negozio (o nello shop) a fare scorta di Fimo per creare la vostra personalissima parure, magari anche un pò primaverile!

Sara

Draghetti per tutti!

Scritto il . Postato in blog, lilith

Questa volta ripredo in mano il mio adorato feltro per una lavoretto dall’aria decisamente maschile: una cornicetta portafotografie interamente decorata a mano, con un draghetto come protagonista

g3267

Partiamo subito da quello che non si vede e giriamo la nostra cornice. E’ la parte meno creativa, lo so, ma visto che non sempre abbiamo il tempo di costruire una cornice di cartoncino pesante a volte è utile avere in casa un paio di cornici dell’ikea, di quelle basiche che costano pochi euro e sono perfette per essere alterate.

g3243

 

Oltre alla cornice vera e propria i materiali usati per questo progetto sono:

Feltro grigio spesso (3 mm)

Feltro sottile blu, azzurro, giallo e arancio (1 mm)

patternet per lo sfondo

Filo nero da ricamo in cotone

colla a caldo e un pezzo di gesso da sarta o un pennarello

Ho cominciato usando il feltro spesso per la cornice. Ho preso le misure, l’ho tagliato e trapuntato, facendo punti molto irregolari per dare un po’ di movimento. Poi con la colla a caldo ho fissato tutto alla cornice dell’ikea.

g3247

A questo punto ho disegnato le varie parti del draghetto su un foglio di carta, poi le ho ritagliate e ho riportato tutto sul feltro usando il gessetto da sarta per disegnare i bordi, ho trapuntato con il filo da ricamo e una volta finito ho incollatoil drago sulla cornice con due gocce di colla a caldo

g3271

Stesso procedimento per le nuvolette, anche se in questo caso, essedo più piccole, non ho fatto prima il modello, ma le ho disegnate direttamente sul feltro e poi ritagliate.

g3263

Come sfondo della cornice, in attesa della foto perfetta da inserire al suo interno, ho tagliato una patternet di misura, e l’ho incollata alla base.

image3067

Lo ammetto, il dragetto mi è molto simpatico e così una volta finito quello per la cornice non ho buttato via le basi, ma ne ho subito fatti altri due, di colore diverso. Li ho tagliati e trapuntati come per il resto del lavoro, ma questa volta, sul retro di ognuno ho attaccato delle piccole calamite.

Ed ecco pronti due draghetti da poter fissare sul frigo, o ad una bacheca magnetica. E non escludo di farne una versione per portachiavi!

g3259

g3239

g3251

Spring is coming!

Scritto il . Postato in blog, eleonora

La primvera sta arrivando! Ha già fatto capolino da qualche giorno col suo bel sole e le sue calde temperature.

Ed è anche tempo di lauree! Per le strade si vedono ragazzi e ragazze incoronati di alloro che festeggiano con amici e parenti la fine del loro ciclo di studi.

Proprio per una mia amica ho creato una card un po’ diversa dalle solite che si vedono in giro per le lauree con i classici colori rosso-nero-bianco oppure blu-nero-bianco…

Ho voluto ispirarmi alla primavera, ai fiori e ai colori tenui che questa stagione mi ricorda.

Così ho realizzato una card molto romantica che può essere realizzata anche per qualsiasi altra occasione, se non avete lauree da festeggiare, semplicemente cambiando il messaggio di auguri.

card1

Sono partita da una base bianca e prendendo dei Cardstock tinta unita in 4 tonalità differenti ma in scala colore, li ho ritagliati creando un bordo scallop.

card3

Per la scritta ho fustellato un foglio glitter oro.

card4

Per il fiore ho fustellato un foglio di gomma crepla, mentre per i rametti azzurri un cardstock azzurro.

card5

E infine l’immancabile tocco finale con perle, strass ed enamel dots.

card2

Alla prossima,

E.

un astuccio effetto stropicciato!

Scritto il . Postato in blog, manu, tutorial

Eccomi con un progetto nato dal bisogno e dal tarlo che si è insinuato nella mia testa quando ho aperto il pacco DT mandatomi da Sissy e ho trovato la Stone Paper Stamperia!

La conoscete? L’avete mai usata? Io non l’avevo mai neanche considerata, ma devo dire che adesso… ne vorrei una fornitura!

E’ un materiale versatilissimo, si può piegare, stropicciare, cucire, stressare, timbrare, maltrattare e pure lavare. Ma non pensate di strapparla perché non si strappa! Io sono poco propensa ai paciughi, ma chi ama il mixed media troverà pane per i suoi denti!

Il bisogno al momento era quello, per me, di avere un astuccetto di dimensioni contenute da mettere in borsa per portare in giro i miei altri bisogni del momento… ed ora vi faccio vedere cosa è venuto fuori.

Mi scuso per la qualità delle foto del procedimento, ma stava diluviando ed il cielo era nero…

Se volete provare anche voi a fare un astuccio un po’ pazzerello, mescolando materiali, ecco cosa vi servirà:

materiale

Ritagliate due rettangoli dalla Stone Paper, a seconda di quanto grande vorrete il vostro astuccio e tenendo conto di un po’ di margine. Il mio è 23x15cm.

Per l’esterno ho spruzzato un po’ di glimmer mist, asciungandolo con della carta scottex.

procedimento

 Ho ritagliato da ogni carta patterned due strisce della lunghezza dei rettangoli di stone paper e alte più o meno 4 cm. Le ho poi plastificate con la plastica adesiva. In questo modo non avranno problemi ad essere manipolate, essendo all’esterno dell’astuccio.

procedimento

 Ho pensato di mettere più colore all’interno, perché è bello aprire e trovare una sorpresa! Ho usato un acrilico dorato, stendendolo direttamente con la carta scottex.

procedimento

procedimento

Asciugherà molto in fretta! Qualche spruzzo è andato anche sul davanti, ma l’effetto macchiato mi piace molto ;)

Ora basterà allineare le strisce di carta e passarle alla macchina da cucire con un punto zig zag…

procedimento

… poi cucire anche la striscia di stoffa,  che io ho semplicemente “strappato”, formando delle piegoline mentre passate il piedino (scusate di nuovo per le foto!).

procedimento

Non ho potuto fotografare i passaggi ulteriori, ma bisognerà cucire prima la zipper alle due parti, tenerla aperta in modo da poter rivoltare l’astuccio una volta cucito e poi, mettendo i due rettangoli dritto contro dritto, cucire tutto intorno. Rivoltando l’astuccio si avrà naturalmente l’effetto stropicciato :D

Per fortuna poi è tornato il sole! Ed ho iniziato a mettere dentro un po’ di cosucce…

Astuccio_zippered pouch

Nella zipper ho messo delle nappine e una piccola tour Eiffel, ma… quanto sono belli i cactus?

astuccio_zippered pouck

astuccio_zippered pouch

astuccio_zippered pouch

Bello pienotto e stropicciato, mi piace! Oltre al francese motivazionale con cui mi mando frasi d’amore, ho messo anche un piccolo adesivo di Jillibean Soup, Make it a great day!

astuccio_zippered pouch

astuccio_zipperd pouch

Se vi va, provateci anche voi! Sarete sicuramente più brave di me, era la mia prima volta con gli astucci!

A presto!

  • stamperia

  • American Crafts

  • becky higgins

  • la casa di gio

  • Studio Calico

  • DolceMania

Tutti i diritti riservati fatelecreative.it © 2017 - P.IVA 01550750994 - Privacy Policy
Powered by sibecomunicazione.it - Build with Wordpress framework and Yootheme template