Draghetti per tutti!

Scritto il . Postato in blog, lilith

Questa volta ripredo in mano il mio adorato feltro per una lavoretto dall’aria decisamente maschile: una cornicetta portafotografie interamente decorata a mano, con un draghetto come protagonista

g3267

Partiamo subito da quello che non si vede e giriamo la nostra cornice. E’ la parte meno creativa, lo so, ma visto che non sempre abbiamo il tempo di costruire una cornice di cartoncino pesante a volte è utile avere in casa un paio di cornici dell’ikea, di quelle basiche che costano pochi euro e sono perfette per essere alterate.

g3243

 

Oltre alla cornice vera e propria i materiali usati per questo progetto sono:

Feltro grigio spesso (3 mm)

Feltro sottile blu, azzurro, giallo e arancio (1 mm)

patternet per lo sfondo

Filo nero da ricamo in cotone

colla a caldo e un pezzo di gesso da sarta o un pennarello

Ho cominciato usando il feltro spesso per la cornice. Ho preso le misure, l’ho tagliato e trapuntato, facendo punti molto irregolari per dare un po’ di movimento. Poi con la colla a caldo ho fissato tutto alla cornice dell’ikea.

g3247

A questo punto ho disegnato le varie parti del draghetto su un foglio di carta, poi le ho ritagliate e ho riportato tutto sul feltro usando il gessetto da sarta per disegnare i bordi, ho trapuntato con il filo da ricamo e una volta finito ho incollatoil drago sulla cornice con due gocce di colla a caldo

g3271

Stesso procedimento per le nuvolette, anche se in questo caso, essedo più piccole, non ho fatto prima il modello, ma le ho disegnate direttamente sul feltro e poi ritagliate.

g3263

Come sfondo della cornice, in attesa della foto perfetta da inserire al suo interno, ho tagliato una patternet di misura, e l’ho incollata alla base.

image3067

Lo ammetto, il dragetto mi è molto simpatico e così una volta finito quello per la cornice non ho buttato via le basi, ma ne ho subito fatti altri due, di colore diverso. Li ho tagliati e trapuntati come per il resto del lavoro, ma questa volta, sul retro di ognuno ho attaccato delle piccole calamite.

Ed ecco pronti due draghetti da poter fissare sul frigo, o ad una bacheca magnetica. E non escludo di farne una versione per portachiavi!

g3259

g3239

g3251

Spring is coming!

Scritto il . Postato in blog, eleonora

La primvera sta arrivando! Ha già fatto capolino da qualche giorno col suo bel sole e le sue calde temperature.

Ed è anche tempo di lauree! Per le strade si vedono ragazzi e ragazze incoronati di alloro che festeggiano con amici e parenti la fine del loro ciclo di studi.

Proprio per una mia amica ho creato una card un po’ diversa dalle solite che si vedono in giro per le lauree con i classici colori rosso-nero-bianco oppure blu-nero-bianco…

Ho voluto ispirarmi alla primavera, ai fiori e ai colori tenui che questa stagione mi ricorda.

Così ho realizzato una card molto romantica che può essere realizzata anche per qualsiasi altra occasione, se non avete lauree da festeggiare, semplicemente cambiando il messaggio di auguri.

card1

Sono partita da una base bianca e prendendo dei Cardstock tinta unita in 4 tonalità differenti ma in scala colore, li ho ritagliati creando un bordo scallop.

card3

Per la scritta ho fustellato un foglio glitter oro.

card4

Per il fiore ho fustellato un foglio di gomma crepla, mentre per i rametti azzurri un cardstock azzurro.

card5

E infine l’immancabile tocco finale con perle, strass ed enamel dots.

card2

Alla prossima,

E.

un astuccio effetto stropicciato!

Scritto il . Postato in blog, manu, tutorial

Eccomi con un progetto nato dal bisogno e dal tarlo che si è insinuato nella mia testa quando ho aperto il pacco DT mandatomi da Sissy e ho trovato la Stone Paper Stamperia!

La conoscete? L’avete mai usata? Io non l’avevo mai neanche considerata, ma devo dire che adesso… ne vorrei una fornitura!

E’ un materiale versatilissimo, si può piegare, stropicciare, cucire, stressare, timbrare, maltrattare e pure lavare. Ma non pensate di strapparla perché non si strappa! Io sono poco propensa ai paciughi, ma chi ama il mixed media troverà pane per i suoi denti!

Il bisogno al momento era quello, per me, di avere un astuccetto di dimensioni contenute da mettere in borsa per portare in giro i miei altri bisogni del momento… ed ora vi faccio vedere cosa è venuto fuori.

Mi scuso per la qualità delle foto del procedimento, ma stava diluviando ed il cielo era nero…

Se volete provare anche voi a fare un astuccio un po’ pazzerello, mescolando materiali, ecco cosa vi servirà:

materiale

Ritagliate due rettangoli dalla Stone Paper, a seconda di quanto grande vorrete il vostro astuccio e tenendo conto di un po’ di margine. Il mio è 23x15cm.

Per l’esterno ho spruzzato un po’ di glimmer mist, asciungandolo con della carta scottex.

procedimento

 Ho ritagliato da ogni carta patterned due strisce della lunghezza dei rettangoli di stone paper e alte più o meno 4 cm. Le ho poi plastificate con la plastica adesiva. In questo modo non avranno problemi ad essere manipolate, essendo all’esterno dell’astuccio.

procedimento

 Ho pensato di mettere più colore all’interno, perché è bello aprire e trovare una sorpresa! Ho usato un acrilico dorato, stendendolo direttamente con la carta scottex.

procedimento

procedimento

Asciugherà molto in fretta! Qualche spruzzo è andato anche sul davanti, ma l’effetto macchiato mi piace molto ;)

Ora basterà allineare le strisce di carta e passarle alla macchina da cucire con un punto zig zag…

procedimento

… poi cucire anche la striscia di stoffa,  che io ho semplicemente “strappato”, formando delle piegoline mentre passate il piedino (scusate di nuovo per le foto!).

procedimento

Non ho potuto fotografare i passaggi ulteriori, ma bisognerà cucire prima la zipper alle due parti, tenerla aperta in modo da poter rivoltare l’astuccio una volta cucito e poi, mettendo i due rettangoli dritto contro dritto, cucire tutto intorno. Rivoltando l’astuccio si avrà naturalmente l’effetto stropicciato :D

Per fortuna poi è tornato il sole! Ed ho iniziato a mettere dentro un po’ di cosucce…

Astuccio_zippered pouch

Nella zipper ho messo delle nappine e una piccola tour Eiffel, ma… quanto sono belli i cactus?

astuccio_zippered pouck

astuccio_zippered pouch

astuccio_zippered pouch

Bello pienotto e stropicciato, mi piace! Oltre al francese motivazionale con cui mi mando frasi d’amore, ho messo anche un piccolo adesivo di Jillibean Soup, Make it a great day!

astuccio_zippered pouch

astuccio_zipperd pouch

Se vi va, provateci anche voi! Sarete sicuramente più brave di me, era la mia prima volta con gli astucci!

A presto!

welcome baby boy

Scritto il . Postato in blog, kids & school, sara, scrapbooking & project life

Nella giornata mondiale della donna, io festeggio un ometto. Sì, un piccolo nano di poco più di un mese, ovvero il bimbo della mia compagna di banco delle superiori. Pur trovandoci nell’era del digitale, le fotografie stampate hanno quel nonsochè di poetico e, da buona scrapper, non potevo non costruire un bell’album per conservare le foto più belle e significative del nuovo arrivato.

Ho pensato ad una struttura semplice, realizzata con cartoncini bianchi in formato A5 e la copertina in cartone ondulato bianco, il tutto rilegato con una spirale metallica e chiuso da un sottile spago azzurro.

IMG_8468La scelta di non decorare la copertina è dovuta al fatto che ho pensato all’album come un contenitore di ricordi da tirare fuori nelle rimpatrite di famiglia, quindi troppe decorazioni avrebbero potuto rovinarsi nei vari passamano.

Ma non vi preoccupate,  perchè l’interno è bello zeppo di decorazioni, tutte ritagliati dalle carte della Pebbles della Collezione “Lullaby” versione maschile.

Questa nuova collezione è super versatile e decisamente completa, perchè è composta non solo da patterned fantasia con cicogne, paperelle e quadretti, ma anche due bellissime carte ritagliabili, una con diverse *quotes* mentre l’altra con i mesi (da 0 a 12, per il primo anno). Non mancano di certo gli stickers, che riprendono i vari soggetti presenti nelle patterned, gli ephimera, gli adesivi puffy e poi..l’articolo migliore: i monthstickers!! Sono una cosa bellerrima!! Sono dei cerchi adesivi con scritti i vari mesi (anche questi da 0 a 12) da applicare sul body del pupo per scattare la foto del mese ed avere uno stato di avanzamento del suo primo anno di vita. La stessa collezione è disponibile anche nella versione per bimba.

Ma passiamo all’interno dell’album, che ho decorato in maniera semplice e lineare, cominciando dall’interno della copertina che riporta il nome dello gnometto fustellato nella gomma crepla..

IMG_8469..alternando le card con i mesi a qualce striscia di patterned..

IMG_8470

IMG_8471

IMG_8472

IMG_8473

IMG_8474..alcuni abbellimenti con ritagli di carta e fustellate in crepla, il tutto nei classici colori..

IMG_8476

IMG_8477..andando avanti coi vari mesi, fino ad arrivare alla pagina dedicata al primo compleanno.

IMG_8478Inoltre, seguendo un pò la scia del Brush Lettering che sta dilagando, ho realizzato una new born board, una specie di “manifesto” con le info da ricordare, ovvero nome, data di nascita, peso e nome di mamma e papà.

IMG_8459

Le scritte le ho fatte con la penna a serbatoio e gli acquarelli, decorando il tutto con un pò di stickers. Certo, la calligrafia è decisamente da migliorare, ma a me piace un sacco!

 Un pensierino carino, al posto dei soliti regali che si fanno per le nuove nascite e completamente fatto a mano, pieno di affetto. Nello shop trovate tutto!

Sara

Porta Memorabilia

Scritto il . Postato in blog, home & organization, lilith, scrapbooking & project life

Dopo la parentesi Carnevalesca, tutta feltro e colla a caldo, per Marzo si torna allo scrap più classico. O almeno ci torno io!

Non so voi, ma i miei cassetti esplodono di memorabilia: viaggi, gite fuori porta con la famiglia, ricordi di questo o quella giornata. In teoria una scrapper come si deve dovrebbe avere un minialbum per ogni occasione. Io però spesso non ci riesco, perchè tra una cosa e l’altra, i minialbum che faccio non riescono mai a tenere il passo con i ricordi che accumulo. Ho quindi deciso di dedicare il 2017  a trovare un modi più adeguato a conservare le cose a cui tengo.

Per prima cosa ho abbandonato definitivamente il Projct Life, per me troppo lungo e macchinoso, per sostituirlo con una mia personale variazione sul tema (che vi mostrerò tra qualche post) e poi ho optato per una raccolta più organizzata dei miei mille memorabilia. E di questo parliamo oggi.

Siete stufe di avere scatole che esplodono di scontrini, biglietti di musei e cartine stradali che non hanno trovato posto in nessun album ma di cui non voletre separavi? Questo è il modo in cui ho risolto la questione.

Ho, molto banalmente, costruito delle cartelline in cui raccogliere gli avanzi e i ricordi di questo o quel viaggio.

g3342

Sono partita da un banalissimo Bazzil 30X30 e ho cordonato a 10 cm e a 23 cm. Ho poi piegato il foglio su se stesso ottenendo una cartellina, come potete vedere nella foto qui sotto. Con un bel pezzo di biadesivo (molto forte) ho chiuso il lato basso dell’aletta interna della cartellina e la struttura è terminata

Come potete vedere è davvero semplicissima, ma comunque perfetta per contenere tutti i nostri memorabilia.

g3326

Ho scrappato leggermente la copertina (perchè una scrapper non si accontenta mai di una bustina anonima), ma cercando di non eccedere. E altrettanto minimale è la chiusura: pochi giri di twine bianco e rosso.

g3294

E la nostra taschina è pronta a raccogliere tutti i nostri ricordi

g3310

Appena finito di riporre i ricordi del viaggio ad Istanbul ho deciso che dovevo trovare uno spazio anche per i memorabilia londinesi. E così altro bazzil color craft, altra cordonatura e biadesivo e un’altra cartellina è pronta per essere decorata.

g3290

E dopo Londra sarà la volta di Venezia e poi di Parigi e probabilmente anche di una cartellina per tutte quelle vecchie foto, stampate e mai scrappate che si accatastano sulla mia scrivania. Dopotutto è talmente facile e veloce che non c’è motivo di limitarsi.

g3298

Personalmente, metterò le mie cartelline in un cassetto, dove staranno impilate e ordinate ad aspettami. Ma sono perfette anche per essere riposte “in piedi” su una mensola, come tanti libri allineati uno all’altro.

g3302

g3306

g3314

 

g3322

g3334

g3338
Facile, no?

Sfida CraftLift marzo

Scritto il . Postato in blog, sfida del mese

sfida mensile-22

Rieccoci nuovamente, vi avevamo avvertite che ci sarebbero state alcune novità, quindi iniziamo subito!!

Una tra le prime news è la sfida!

La chiameremo

CrafLift!

Ogni mese posteremo un progettino Craft con alcuni elementi che lo contraddistingueranno, voi dovrete utilizzarli a vostro piacimento e realizzare un piccolo lavoretto con qualsiasi tecnica vi garbi di più, a patto che sia fatto a mano. Ci aspettiamo quindi cucito creativo, scrap, crafts, packaging, cartonaggio e chi più ne ha, più ne metta!

Ma le novità non sono finite qui… per chi vincerà la sfida ci sarà in palio uno sconto del 20% di sconto da spendere in negozio oppure online e la possibilità di partecipare com GUEST DESIGNER il mese successivo… che ne dite? Vi piace l’idea? e allora forza partecipate numerose!!!

Volete scoprire il progetto a cui dovrete ispirarvi? Eccolo qui… questo mese il progetto è di Manu

I suoi elementi sono:

FIORI – BOTTONE – BUSTA – BIANCO – WASHI TAPE

packaging

packaging

E se volete sapere come lo ha realizzato ecco qui qualche informazione sui materiali:

Manu ha realizzato un packaging alternativo che potesse contenere due bustine di semi per un’amica amante del giardinaggio. La primavera sta arrivando! Ha usato due semplicissime buste commerciali con finestra, tenute insieme con del washi tape, e decorate con dei cerchi ottenuti dalla carta Dear Lizzy della linea Lovely Day, degli stickers Jillibean Soup, dei fiori tagliati con la Silhouette e, per l’interno, due tag kraft su cui scrivere un bel messaggio per l’amica e dei post-it in tema. Per chiudere il tutto un elastico e un bottone rivestito con una bellissima stoffina con foglie che trovate nello shop! Il tutto molto semplice e veloce :D

packaging
packaging

Quindi avete capito le novità della sfida? Ricapitoliamole insieme:

Ogni primo del mese uscirà una sfida con un progetto a cui ispirarvi, potrete partecipare con qualsiasi cosa creata a mano che contenga soli gli elementi caratteristici forniti.

Avrete fino alla fine del mese per partecipare e, il 1° del mese successivo, con il lancio della nuova sfida, pubblicheremo il lavoro più bello, originale e pertinente al tema e decreteremo quindi il vincitore che riceverà …..

…..un BUONO SCONTO del 20% spendibile in negozio o online….

..e la possibilità di partecipare come Guest Designer alla sfida del mese succesivo!!

Che ne dite, partecipate??????

Per partecipare, pubblicate il vostro lavoro sul vostro blog e linkatelo al nostro sito, poi commentate col vostro link o inviateci una mail con il vostro lavoro a info@fatelecreative.it

Aspettiamo tutti i vostri lavori!!

Maschere di carnevale per i più piccini

Scritto il . Postato in blog, kids & school, lilith

Io non sono una sarta, faccio fatica ad infilare l’ago e  il mio uso della macchina da cucire è fortemente limitato e si ferma alle cose più banali. Questo è solo uno dei (moltissimi) motivi per cui i post di Manu mi lasciano a bocca aperta e in stato di adorazione.

Ma quando c’è di mezzo feltro e colla a caldo mi sento improvvisamente a mio agio. Il feltro è facile da tagliare, da incollare e pure da cucire. Non prevede una precisione estrema, ne una tecnica sopraffina ed è prodotto in una varietà infinita di colori, sfumature e fantasie.

Insomma, lo adoro!

Quindi quando mi è stato assegnato il post di Carnevale non ho avuto dubbi: Maschere in feltro!

g3929

 

…e maschere tutte uguali, a dire il vero, perchè sembra che non ci sia under 10 che non desideri mascherarsi da Super Pigiamini. Cugine, amiche e amiche di amiche mi hanno chiesto tutte la stessa cosa: maschera e logo de Geco, GattoBoy e Gufetta. E io che non sapevo neppure di cosa si stesse parlando sono andata a documentarmi sul fido pinterest e dopo essermi fatta un’idea mi sono messa al lavoro..

Ho disegnato il template della maschere su carta comune, ho ritagliato i singoli pezzi e col gessetto da sarta ho riportato tutto sul feltro. A quel punto ho ritagliato ogni pezzo, rifinito qua e là e incollato con la colla a caldo.

Qui non si vedono, ma ho attaccato sul retro delle maschere due nastri da usare per legarle dietro la testa del destinatario

g3897

Il Geko, che per chi non lo sapesse è la maschera verde, è provvisto di squame, quindi ho usato un filo da ricamo per trapuntare la maschera e darle un po’ di movimento.

g3901

E poi i loghi, da applicare sulla maglietta con una cucitura veloce o ancora meglio con un po’ di adesivo da stoffa da stirare direttamente sul retro. Anche qui ho prima disegnato tutto su carta e poi riportato sul feltro. Molto più facile a farsi che a dirsi, ve lo assicuro!

Se avete bisogno di un aiutino noi siamo qui apposta :) e quindi vi abbiamo preparato il template per le maschere, pronto da ritagliare e da riportare su feltro o cartoncino :)

Cliccate QUI per scaricare il PDF: maschere Lilith

g3918

g3909

g3905

g3925

g3889

E visto che oramai ero lanciata ho pensato di passare a un supereroe meno moderno, ma che ha l’indubbio merito di essere il preferito del mio cuginetto. Quindi altro feltro, altro template, ancora ago, filo e cotone e rieccomi all’opera. Questa è stata a volta di Spiderman! E qui si vedono bene anche i nastri che servono per legare la maschera dietro la testa (nelle altre li ho fissati dietro perchè continuavano a spenzolare e il mio gatto li usava come tiragraffi!!)

Tutte maschere da maschi? Ebbene si, ma sono circondata solo da maschietti quindi mi sono dovuta adeguare. Con lo stesso sistema, però, si possono fare maschere di tutti i tipi!

g3893

g3885

Quindi se non avete ancora deciso come mascherare i vostri bambini, correte a prendere ago e feltro e mettetevi al lavoro!

una card versatile

Scritto il . Postato in blog, party & co., sara, scrapbooking & project life

Eccoci di nuovo a tenervi compagnia con tante cosine carine alle quali potete ispirarvi. Ce n’è davvero per tutti i gusti!

Oggi vi propongo un’evergreen delle cards, ovvero un biglietto d’auguri con un buono al suo interno, che può essere utilizzata in qualunque occasione, sia esso un compleanno, una Comunione, Battesimo, Laurea o semplicemente una ricorrenza speciale.

Io l’ho utilizzata per San Valentino..che era ieri, lo so. Sono arrivata un pò lunga :-)

IMG_8346

Sono partita dalla classica base per un biglietto d’auguri: un bel cardstock 10×30 cm, cordonata a metà. Esternamente l’ho decorata con un bel cuore fustellato, una label con la data, una striscia tagliata dalla patterned “Cruising Alone” di Amy Tangerine e un sentiment sdolcinato, completando con due mezze perle per dare un pò di luce.

Con un’altra striscia di cardstock ho creato una fascetta che ho inserito all’interno e l’ho abbellita con qualche ritaglio della patterned utilizzata per l’esterno.

IMG_8347 Il pezzo forte della card è il buono custodisto all’interno.

IMG_8348Ho rispolverato qualche Gelatos, la mia penna col serbatoio e sono andata alla ricerca della sagoma di una barba. Nemmeno a farlo apposta ne ho trovata una uguale uguale al profilo del mio fidanzato :-) l’ho quindi riportata su un pezzo di carta da acquarello e ho poi completato on qualche scritta. Non sono ancora molto ferrata sulla brush calligraphy ma diciamo che ci sto lavorando!

E voi continuate a seguirci, perchè abbiamo un pò di novità da svelarvi!

A presto

Sara

Ricominciamo nel mese dell’amore!

Scritto il . Postato in blog, manu, party & co., scrapbooking & project life

 Eccoci qua, pensavate fossimo ancora alle prese con il capodanno?

Ci sono un po’ di novità da raccontarvi, ma nel frattempo mi spetta il compito di ricominciare con i post e quale occasione migliore di San Valentino, direte voi?

Ora, questo Santo ed io non andiamo molto d’accordo, anche se è mio vicino di casa (Perugia-Terni) e quindi non compro mai nulla per festeggiarlo, però poi mi trovo a pensare che qualcosina mi piacerebbe fare, che forse una stupidaggine da mettere sotto il piatto dei miei uomini mi piacerebbe pure tirarla fuori, che una cosa piccina picciò di quelle che ci vogliono dieci minuti…

Uff, insomma, alla fine mi ritrovo a giocare con quello che ho… Giocate con me?

Vi serviranno pochissimi materiali: pagine di un libro vecchio, del vellum, qualche pezzetto di pannolenci da cui tagliare dei cuoricini, gomma crepla glitter adesiva o no, avanzi di carte non sanvalentinose, ma che possano andare (io ho usato il foglio Thankful della serie Woodland forest di PEBBLES), del twine e qualche altro abbellimento.

Faremo dei semplicissimi cuori origami che diventeranno bustine per racchiudere un piccolo messaggio, protetti da altre bustine. Lo so, sembra complicato, ma meglio guardare le figure!

02-DSC_0004

Nel web troverete molti tipi diversi di cuori origami, quelli che ho fatto io sono uguali a quelli che trovate nello schema di Pane Amore e Creatività qui sotto, basterà partire da una base quadrata e potrete variare le dimensioni a vostro gusto:

L’unica accortezza che dovrete avere è quella di fare le piegature delle punte del cuore nel senso contrario a quello indicato, in modo che la taschina che si verrà a creare sia sul davanti del cuore (spero di essermi spiegata).

Io ho usato le pagine di un vecchio dizionario, ma è ovvio che possiate usare qualsiasi carta, anche patterned (e anche sanvalentinosa ;) ).

03-DSC_0005

Potrete abbellire i cuori come più vi piace, trovo che un po’ di twine bianco e rosso ci stia benissimo, con un cuoricino tagliato nel pannolenci e una freccia presa da un vecchio kit di abbellimenti di Heidi Swapp, a cui ho aggiunto una frase in tema che potrete anche stampare al pc.

Dentro alla bustina/cuore ho poi inserito un altro cuore fustellato nella gomma crepla e un messaggio: ho doppiato la carta patterned della Pebbles con cartoncino bianco, quindi sul fronte avremo un sentiment “preconfezionato” e sul retro uno scritto a mano personalizzato :D.

04-DSC_0006

05-DSC_0007

06-DSC_0008

07-DSC_0010

 Ho aggiunto una mollettina ed ecco i cuori finiti!

Per completarli, ho deciso di chiuderli in una bustina di vellum, anche in questo caso troverete molti modelli nel web, se non avete qualche attrezzo infernale per farle!

08-DSC_0011

Ho usato un file della Silhouette per creare il retro della busta, il cartoncino è doppiato con del tape e poi cucito direttamente. E sì, i colori sono un po’ natalizi o patriottici… ma mi piacciono!

11-DSC_0017

Sul davanti, potremo anche mettere altri cuori a mo’ di sigilli di ceralacca, invece di lasciarli lì a guardare…

12-DSC_0018

Un’altra cosa che si potrebbe fare è quella di appendere i cuori direttamente ad un filo di twine con le mollettine e fare una bella ghirlanda, che ne dite?

09-DSC_0014

10-DSC_0015

 

A presto!

Buon 2017

Scritto il . Postato in blog, fate le creative news

E oggi è l’ultimo giorno di questo 2016, siete pronti a salutare questo anno? Siete carichi per quello che sta per arrivare? come festeggerete?
Lo staff di Fate le creative vi augura uno Strabiliante 2017, pieno di creatività e di sogni che si realizzano!!

Cogliamo l’occasione per avvisarvi che il negozio rimarrà chiuso dal 31 dicembre pomeriggio all’8 gennaio.
Riapriamo il 9 gennaio alle 16.00

BUON ANNO!!!

  • stamperia

  • American Crafts

  • becky higgins

  • la casa di gio

  • Studio Calico

  • DolceMania

Tutti i diritti riservati fatelecreative.it © 2015 - P.IVA 01550750994 - Privacy Policy
Powered by sibecomunicazione.it - Build with Wordpress framework and Yootheme template