organizziamo una festa…con Lilith

Scritto il . Postato in blog, lilith, party & co.

party

Questo mese tocca a me parlarvi di party ed affini ed in effetti, dicembre è il mese delle feste, dei pranzi di famiglia e con amici e parenti…a Dicembre ogni occasione è buona per organizzare una piccoa, festa. E visto che è il mese delle ricorrenze più solenni è giusto organizzare al meglio non solo i grandi pranzi e cene del 24 e del 25 ma anche tutte le piccole riunioni.

Perchè dal pranzo con i colleghi alla merenda con i vicini c’è sempre un buon motivo per festeggiare durante il mese più magico dell’anno. Ed è per questo, che anche per la cena con le mia più care amiche ho deciso di fare le cose per bene, curando i dettagli.

Per questi lavori mi sono servita delle carte di una collezione dai colori perfetti per le feste natalizie che ho accompagnato con bazzil bianchi, rossi e grigi, che riprendevano le tinte di queste favolose patterned

Per prima cosa ho preparato le tag chiudipacco per i regali delle mie tre migliori amiche.

P1050048-001

Quest’anno ho fasciato i regali tutti in carta da pacco color craft e nastri rossi e bianchi, quindi questa collezione sembrava fatta apposta. Per i chiudi pacco ho ritagliato nelle patterned diversi rettangoli della misura delle card piccole del Project Life e poi le ho mattate coi del bazzil. Un paio di punti con la macchina da cucire sono serviti a dare un po’ di movimento. Ho poi preso delle classiche Tag bianche e le ho abbellite con qualche ritaglio di patterned, qualche stellina in legno, un nastro a pon pon, un cerchietto di crepla glitterata tagliato con la bigshot e una lettera dorata con l’iniziale della destinataria del pacchetto

P1050057-001

E’ poi bastato un pezzetino di twine bianco e rosso per fissare tutto al pacchetto.

 P1050060-001

Ho poi deciso di fare le cose per bene e così ho preparato anche degli inviti per la festa, da spedire per lettera (nel modo più tradizionale) o da consegnare a mano. Questa volta ho ritagliato le patterned nella misura 10X15 e anche di nuovo ho mattato con del bazzil e rifinito con un semplicissimo punto zig zag a macchina. Ho scritto l’invito sul retro e visto che questi cartoncini andranno infilati in una busta non ho aggiunto altri abbellimenti, per evitare di fare troppo spessore. Ma, giuro, non serve assolutamente eccedere con i particolari: già così sono perfetti!

P1050051-001

E visto che il risultato mi piaceva parecchio ne ho fatto anche qualcuno più piccolo da mandare come cartolina d’auguri alle cuginette.

P1050054-001

Per la tavola ho ideato dei piccoli segnaposto fatti ritagliando, con il punch tondo, alcuni avanzi di patterned e fissandoli assieme ad una stellina di vellum e a un paio di banner su cui ho anche scritto il posto. basta una mollettina di legno per terminare il lavoro.

P1050064-001

E per ultimo, quello che non puiòà mai mancare tra le amni di una scrapper che prepara una festa. Cosa? Ma un minialbum ovviamente. Per fare questo ho ritagliato le varie patterned in misure differenti e le go unite con un semplicissimo anello apribile. All’interno ho lasciato e pagine il più spoglie possibili per permettermi di attaccare man mano le fotografie che faremo con la polaroid e soprattutto per lasciare lo spazio alle mie miche di scrivere quello che preferiscono. Dopotutto un album è più bello se, alla sua creazione, si collabora in tanti.

P1050070-001

Per la copertina ho ripreso tutti i colori usati negli inviti e nei chiudi pacco. Ho usato una grande scritta in legno della collezione Stamperia, che da sola occupa praticamente mezza copertina ed è talmente bella e talmente intonata a queste carte da permettermi di usarla al naturale, senza nessun’altra decorazione. Ho poi usato del vellum, degli enamel dot verdi e degli stichers con piccole frasi natalizie per sottolinearla.

P1050071-001

Ho poi terminato con della crepla glitterata verde, una stella dorata e altro nastro a pon pon rosso.

P1050072-001

All’interno solo piccole decorazioni negli angoli delle pagine

P1050074-001

Punti di colore verde, alberelli in legno e l’onnipresente nastro rosso, in modo da non tradire il tema.

P1050075-001

Mi erano avanzate alcune card 10X7 e le ho fissate con il washi tape argento facendo una semplicissima struttura a cascata

P1050076-001

P1050077-001

E poi altre stelline in vellum: tagliate con la bigshot e perfette per decorazioni leggere e semplici

P1050079-001

P1050081-001

Insomma, questo è il mio Natale per le amiche più care: piaciuto? Ora tocca a voi darvi da fare per creare gli abbellimenti perfetti per le vostre feste.

Nel frattempo ne approfitto per augurare a tutte voi e alle vostre famiglie un lieto Natale.

Un bacio

Lilith

kids and School con lilith

Scritto il . Postato in blog, kids & school, lilith

school kids

Questa volta tocca a me provare ad indicarvi qualche facile lavoretto da fare con i vostri bambini, e per essere il più veritiera possibile ho preparato questo progettino facendomi aiutare da una delle mie cuginette.

Ci siamo divertite davvero tantissimo e lei è riuscita a fare la maggior parte del lavoro senza difficoltà.
I materiali che servono per questo progettino sono davvero pochi: colori da stoffa (in negozio ne trovate di due tipi, io ho una predilezione per gli Allegro, ma vanno benissimo entrambi), un pennello, timbri, una maglietta bianca e della crepla colorata.

g3117

La nostra idea era quella di preparare una maglietta personalizzata con sopra il nome della cuginetta.

Per prima cosa abbiamo usato i giornali per proteggere bene il piano di lavoro, poi abbiamo preso un foglio di carta formato A4 e abbiamo fatto qualche prova con i timbri per decidere come posizionare la scritta.
Una volta deciso, abbiamo messo un cartoncino molto pesate all’interno della maglietta, per non rischiare che il colore trapassasse sul retro,  abbiamo inumidito lievemente i timbri e usato un pennello per applicare il colore sul timbro

g3113

Finiti i preparativi si può cominciare a timbrare

g3101

 

Finita la scritta abbiamo preso una matita, di quelle con il gommino per cancellare e abbiamo usato proprio il gommino per timbrare tanti pois intorno alla scritta.

Ed ecco la nostra maglia terminata.

g3109

Se fate come me e lasciate far un po’ del lavoro al vostro piccolo aiutante può essere che qua là si vedano le sbavature dovute ad una mano un po’ “meno esperta” con i timbri, ma vi assicuro che sono assolutamente poca cosa se confrontate con l’orgoglio dei vostri bambini quando potranno completare da soli la loro maglietta. Ci vuole veramente pochissimo tempo per personalizzare un qualsiasi indumento in questo modo.

Finita la maglia siamo passate alla crepla. Sinceramente credo che questo sia uno dei materiali più versatili che si possano usare. La crepla si taglia, si colora, si timbra, con qualche accorgimento si può anche scaldare e modellare, esiste in tantissimi colori e può essere anche glitterata. Insomma è perfetta per tanti piccoli progetti.
Noi l’abbiamo usata per fare degli orecchini.
Abbiamo tagliato una lunga strisciolina di crepla rosa, larga circa 5 millimetri e poi con l’aiuto della bind it all l’abbiamo bucata per poterla infilare su un chiodino da bigiotteria, di quelli più lunghi. Abbiamo intervallato la crepla con qualche grossa perla trasparente e poi fissato tutto ad un gancetto per orecchini.
E il gioco è fatto.

g3068


g3078

Carini, vero?

g3074

 

Queste sono le mie proposte per un pomeriggio piovoso con i bambini (beh…forse più adatte a delle femminucce che ai maschietti…), ora tocca a voi lasciarvi ispirare da pittura e crepla…qualsiasi cosa facciate ricordatevi però di farci vedere come usate i bellissimi prodotti dello shop

una casa per halloween con lilith

Scritto il . Postato in blog, home & organization, lilith

home decor

L’autunno è arrivato, e con Ottobre ci avviciniamo alla prima delle ricorrenze della stagione più fredda. Manca pochissimo ad Halloween e quindi, tra un thè alla cannella e una fetta di torta alla zucca è il momento di cominciare a decorare le nostre case per la notte delle streghe.

Ora, c’è chi usa chilometri di ragnatele finte e chili di zucche per avere una casa all’altezza della tradizione, ma se preferite qualcosa di meno impegnativo si può rendere omaggio a fantasmi e spiritelli con poco materiale e tanto divertimento.

Bastano 4 o 5 fogli di Patterned a tema halloween, della crepla glitterata nera e un bel foglio di stikers per creare un piccolo allestimento. Io ho deciso di rinfrescare alcuni dei quadretti appesi attorno alla mia scrivania e  per farlo ho innanzi tutto usato l’irrinunciabile pinterest per cercare tre piccole stampe a tema autunnale.

Nel primo caso ho preso una semplice cornice ikea nera e ho usato una carta spiderwebs della collezione Halloween della Peebles per fare da sfondo e un bazzil tinta unita nero per mattare l’immagine. Con strisce di carta e adesivi ho poi decorato la cornice

Ho creato dei bannerini e ho completato tutto con qualche enamel dot nero.

Stesso procedimento seguito anche con la seconda cornice, anche qui è bastata una stampa e poi tanti adesivi della Peebles : questi a tema halloween sono davvero deliziosi, ma nello shop troverete molte altre collezioni che si ispirano a questa festa, non avete che da sbizzarrirvi e scegliere quelli che vi piacciono di più.

Quelle zucchettine mi fanno letteralmente impazzire. Se volete dare un minimo di profondità usate un po’ di nastro adesivo spessorato, per creare movimento tra i vari adesivi

Terza cornice e terza decorazione e così ho completato un bel trittico che ho appesa sopra la scrivania

A questo punto ho pensato di usare carta e crepla per preparare dei piccoli abbellimenti da usare sulle piante che tengo sul balcone. Quindi ho tagliato dei dischetti di crepla nera e glitterata con la mia fida big shot, poi ho preso dei cerchi patterned e li ho incollati al centro della crepla e ho usato altri adesivi come decorazione.

Alla fine, con la colla a caldo, ho fissato i cerchietti a dei bastoncini di legno, quelli che si usano per gli spiedini, e il gioco è fatto.

Per ora li ho infilati nel vaso del rosmarino, a non escludo di preparante altri per le altre piante.

E se volete aggiungere ancora qualche tocco potete cucire dei banner con tanti cerchi di patterned e usarli per decorare tende e quadri…insomma ci vuole davvero poco per dare un’aria un po’ gotica alla nostra casa.

baby shower

Scritto il . Postato in blog, lilith, party & co.

Marzo è cominciato, l’inverno inizia la sua parabola discendente e nei prossimi mesi ci aspetta una indigestione di sole e di tutte quelle ricorrenze tipicamente primaverili: battesimi, comunioni, cresime e matrimoni.
La bella stagione è fatta per festeggiare con la famiglia e tutte queste occasioni sono perfette per creare e dare un’impronta personale a bomboniere, addobbi e regali vari.

Questo mese parliamo di Baby Shower, tradizione anglosassone, importata in  Italia negli  ultimi anni, durante la quale si festeggiano mamma e futuro nascituro con regali, addobbi e giochi.
D’obbligo è che le amiche portino in dono l’ormai arcifamosa torta di pannolini.
Qui sotto c’è quella che ho creato per una delle mie più care amiche.
Per comporla sono serviti 60 pannolini, dei nastri colorati e poipatterned colorata e  bazzil giallo e bianco per le margheritine che ho usato come cake topper

Sempre per la mia amica abbiamo poi preparato una serie di card di ringraziamento, per tutti quelli che hanno portato regali per la futura mamma.
Anche qui ho usato del bazzil bianco, embossato con la big shot e una mascherina a pois e come decorazione ho usato un’altra margeritina  e della raffia bianca

 

Ad una festa possono poi mancare le bomboniere? Ovviamente no.
Ed ecco il prototipo di quelle che ho preparato. Mini cartocci del latte fatti con il bazzil bianco e decorati con la patterned gialla a pois bianchi. Un nastrino giallo, e qualche dot dello stesso colore e il gioco è fatto.
Ovviamente ci vogliono dei confetti buonissimi per riempirle: noi abbiamo usato quelli al limone…ma da Fate le creative ne troverete di tantissimi gusti diversi…

 

E per finire un piccolo guestbook.
La base è un cartoncino spesso su cui ho riproposto le margherite che sono il tema dell’intera festa e il fiocco di patterned usato anche sulla torta di pannolini.
La mamma potrà così avere un ricordo di tutti coloro che sono intervenuti alla festa e hanno voluto lasciare un messaggio per lei e il bimbo

 

 

Insomma ci vuole solo un po’ di fantasia per organizzare una bella festa…ma ammettiamolo, non sempre si ha il tempo di fare tutto a mano…
Se siete quindi di quelle che si sono fatte venire tardi e ora temete di non riuscire a fare tutto, non preoccupatevi, mettetevi comode e chiamate Erika e Sissy…ci penseranno loro a preparare per voi l’allestimento perfetto per la vostra festa: bomboniere, torta di pannolini, card di auguri, tableù e decorazioni per la sala, la tavola e qualsiasi altra cosa voi desideriate.
Non avete che da sfogliare la gallery per vedere che cosa sono in grado di preparare per voi…

project life con lilith

Scritto il . Postato in blog, lilith, scrapbooking & project life

Lo ammetto subito, io adoro il PL, ma faccio una fatica tremenda a seguirlo con costanza. Forse perchè amo tantissimo anche i buoni e vecchi Lo e i minialbum e tutto quello che è creativo e quindi ho sempre un progetto in piedi, forse perchè pur essendo discretamente organizzata poi devo rassegnarmi al fatto che le giornate hanno solo 24 ore e ci sono altre mille altre cose da fare.
Sta di fatto che per lungo tempo mi sono chiesta se avesse senso fare il PL essendo sempre indietro…
Ci ho pensato sul serio e beh, la mia risposta definitiva è SI!!
Lo sguardo di parenti e amici che passano da una foto all’altra e commentano l’anno trascorso da tutta la famiglia, gioendo di essere immortalati in questa o quella foto è una vera soddisfazione. E a nessuno importa se uno o due mesi sono da terminare, se manca il journaling in un paio di pagine o restano da mettere gli ultimi abbellimenti.
Quindi, forte di questa mia decisione anche quest’anno mi sono lanciata nel progetto PL, ma quando le Fatine mi hanno consegnato il Value Kit “Notes & Things” ho subito pensato di usarlo per finire il mese di Giugno dello scorso anno.
Semplicemente perchè quelle card erano perfette per il mood del mio Giugno 2014.
Il kit contiene sia card, piccole e grandi che un bel numero di abbellimenti e sinceramente ho avuto bisogno di aggiungere pochissimi materiali per completare il mio mese.
In questo kit c’è davvero tutto quello che serve.
Questa è la “copertina” del mese
Ho usato dei Thickers rosa per il titolo e il resto della pagina l’ho decorato con gli splendidi die cut dorati presenti nel kit (e io adoro il color oro!!!), qualche wood veneer e un accenno dienamel dot colorati.
Finita la copertina sono passata alle pagine vere e proprie del PL

Una etichetta Stamperia, una delle (per me onnipresenti) stelline in legno e un paio di parole prese dagli Word Stickers della Studio Calico: ecco gli elementi fondamentali del particolare qui sotto
Anche in questa pagina Thikers, wood veneer ed oro. Una delle cose che mi ha stupito di più è proprio la versatilità di questo kit per cui basta aggiungere pochissimo per ottenere pagine complete e ben decorate.

 

Gli adesivi in oro brillantinati che ho usato appartengono agli stickers Jen Hadfield “Home+Made”: bellissimi!!!

 

Un pò di journaling per questa pagina, e le due minicard con il bordo color oro sono perfette per segnare qualche appunto sulle giornate rappresentate

 E questo è un ingrandimento delle label presenti nel kit, le ho sovrapposte l’una all’altra per creare un effetto più movimentato. Anche qui stelline in legno: ma come resistere alla tentazione di usarle ovunque?

 

Allora, vi è venuta voglia di rimettervi  subito a scrappare?
Se è così correte nella sezione Project life dello shop e troverete tutto quello che si  può desiderare per mettersi all’opera.
Buon Lavoro!
Lilith

mazzolino di fiori in feltro

Scritto il . Postato in blog, home & organization, lilith

Questo mese, la rubrica dell’home decor mi ha trovata preparata. Era da un po’ che avevo adocchiato dei bellissimi fiori di feltro su internet e non vedevo l’ora di provare a farne una mia versione.
Sono quindi partita  da un tutorial inglese che poi ho molto rielaborato a mio uso e consumo.
Innanzi tutto ho scelto dei bei quadrati in feltro spesso 1 mm dai colori pastello.
Gialli, rosa, azzurri e lilla: perfetti per l’idea che avevo in mente.
Ho usato del fil di ferro ricoperto con del washi tape verde per fare i gambi e poi giù a ritagliare e incollare, incollare e ritagliare.
Questo è un progetto dove la colla a caldo la fa da padrone.
Nel feltro ho ritagliato i petali dei fiori: grandi, piccoli e medi, per dare un po’ di varietà e poi li ho incollati al gambo…
Ci sono volute un paio di serate di lavoro intenso, ma il risultato vale senza dubbio la fatica.
Ecco il mio mazzolino…

Oppure, gli stessi fiori, possono diventare un bel bouquet. Io ad esempio li ho regalati a mia zia, dopo averli chiuso con un nastro di stoffa colorata e un filo di spago: molto campagnolo!!

Le rose gialle sono in assoluto le più difficili da fare, il centro è fatto con tre strisce di feltro lunghe trenta centimentri e alte 2,5 cm, tutte ripiegate su se stesse e fissate con la colla a caldo e intorno ci sono trenta “petali” di feltro da attaccare uno per uno: ma che soddisfazione vederne una finita…
Anche se bisogna stare attente: nel tentativo di tenere il centro bello stretto mi sono bruciata con la colla almeno un paio di volte. Rischi del mestiere 🙂

I ranuncoli viola, invece, sono facilissim: 30 petali che vanno da un diametro di 3 cm fino a quelli di 4,5 cm da incollare dal più piccolo al più grande intorno al centro.
Massimo risultato con un sforzo davvero minimo.

 

E poi i boccioli, piccoli ranuncoli fatti con meno di una decina di petali, e gli anemoni rosa, costruiti intorno ad una pallina di feltronera che fa da centro del fiore, circondato da pistilli sempre di feltro e poi terminato con una quindicina di petali rosa a forma di goccia

Le varianti sono davvero infinite, e più fiori si fanno più viene voglia di inventarne di nuovi, quindi non vi resta che provare…

usiamo i gelatos

Scritto il . Postato in blog, lilith, tutorial

Tutti ne parlano, le scrapper più famose sembra non possano farne a meno e finalmente sono sbarcati, da qualche mese, anche negli shop italiani.
Per mia enorme fortuna anche da Fate le creative, ed è così che sono venuta in possesso dei miei primi Gelatos.
E dopo i primi non mi sono più fermata perchè, ve lo dico subito, sono letteralmente innamorata di loro, ed appena li proverete sono certa mi darete ragione.
Nello shop di Fate le creative potete trovare, oltre i colori venduti sciolti, anche le confezioni da 4 pezzi, quella da dieci, con dentro un pennello, parecchi supporti differenti su cui fare esperimenti e un vaporizzatore per l’acqua.
Ma ovviamente il meglio rimane la Confezione da 36 Gelatos: meravigliosa!!
I gelatos, per i pochi che ancor non lo sanno, sono essenzialmente dei colori acquarellabili. Più cremosi dei pastelli a cera che usavamo a scuola, pastosi, dai colori intensi e brillanti. Si possono usare al naturale o “allungandoli” con acqua, gel medium o gesso su carte di diversi tipi e consistenze: la prima cosa che si impara è che sono in assoluto uno degli strumenti più versatili che vi capiterà di avere tra le mani.
 E in questo post voglio proprio illustrarvi alcuni dei loro utilizzi
Per cominciare ho preso un bazzil bianco e l’ho impermeabilizzato con uno strato di gesso, poi ho steso i gelatos di tre colori e li ho vaporizzati  con l’acqua tirandoli un po’ con le dita.

Mentre aspettavo che il foglio asciugasse ho preso una chipboard in legno di Heidi Swap, Volevo provare questi colori su superfici diverse, quindi l’ho colorata con un gelatos color corallo, l’ho ricoperta di polvere da embossing Clear e ho usato l’embosser a caldo per cristallizzarla.
Ed ecco pronta una chipboard colorata, lucida e bellissima.

A questo punto non mi restava che mettere insieme un LO e questo è il risultato.
 Con qualche particolare…nello shop troverete tutto quello che serve per farlo, compresa la iuta in cui, con la Big Shot, ho tagliato il cerchio che ho usato per mattare la tag Heidi Swap.

 

 

A questo punto ho pensato di giocare un po’ con le mascherine stancil
Ho scelto un paio di colori freddi, e li ho stesi su un cartoncino bianco. Poi ho preso una mascherina a pois, l’ho fissata al foglio e ho usato una salvietta da bambini per levare il colore in eccesso, ottenendo un effetto particolarissimo.

A questo punto sono bastati un paio di Die Cut, una punchata di pagina di libro, un paio di wood veneer a cuore e un dot coloratoper tirare fuori il biglietto d’accompagnamento per il regalo di una amica

 

 Ed ecco, più da vicino, l’effetto che si ottiene “cancellando” il colore usando le salviette per bambini.
I Gelatos sono ottimi anche se usati direttamente sui timbri, come inchiostro.
Ma un uso un po’ diverso consiste nell’usare il blocco in acrilico dei timbri clear per spargere il colore sul foglio. Si spruzza acqua sul blocco in acrilico e poi lo si colora con il gelatos scelto per poi schiacciarlo sulla carta

Questo è il risultato: divertente vero? Anche qui bastano una manciata di elementi: washi tape, una freccetta in legno e un paio di die cut per completare l’opera, che per inciso io ho usato come card per il PL

Se invece amate usare i timbri e non solo il blocco in acrilico allora potete usare l’inchiostro .trasparente, timbrare sul foglio e scaldare dopo aver, ovviamente, aggiunto la polvere da embossing
Una volta asciutto, non resta che colorare con i vostri gelatos. A questo punto dovete solo “sporcarvi le mani”e stendere il colore con le dita. Mentre lo fate vi accorgerete che in corrispondenza della timbrata il colore non si attacca, creando un effetto in negativo.

 

Ed ecco il vostro risultato: carino vero?
Ah, credo sia importante ricordare una cosa, i gelatos sono, prima di tutto, dei colori e quindi, già che ci siete provate ad usarli semplicemente per colorare… basta prelevare il colore direttamente dallo stick usando il pennello inumidito. Io non sono un granchè a disegnare, ma qualche esperimento l’ho fatto…e ammetto che mi sono divertita parecchio.

E i gattini piacciono un sacco ai miei nipotini…mi sa che continuerò ad allenarmi 😉

Questi sono solo alcuni modi per usare i Gelatos, quello che vi consiglio è di comprali tutti e poi sperimentare, sperimentare e sperimentare ancora…

 

alteriamo un vecchio libro

Scritto il . Postato in blog, lilith, tutorial

Per il tutorial di questo mese vi presento un dei miei progetti preferiti: i libri alterati!
Ora vanno molto di moda, se ne trovano parecchi su Pinterest e sui vari blog, ed è uno di quei progetti a cui piace dedicarmi.
Le pagine di vecchio libro sono perfette per lo scrapbooking, ma anche per i mixedmedia, per disegnare, fare schizzi e, se rinforzate con un po’ di gesso, anche per dipingere.

Per questo progetto avete bisogno, innanzitutto di un vecchio libro, meglio se rilegato. Perchè? perchè la copertina rilegata fa un sacco di scena! 🙂

Per prima cosa separate le pagine dalla copertina e con la Crop a Dile o altro attrezzo per forare, bucate la copertina.

I fori serviranno per rilegare l’intero progetto usando due grandi anelli apribili, come potete vedere nella fotografia qui sotto.

A questo punto munitevi di tutto quello che può servire per colorare, tamponare, inchiostrare: questo è il progetto giusto per tirare fuori tutti i vostri materiali preferiti!

Io ho usato: Gesso, Gelatos, Colori Acrilici, stencil, Acquarelli, tamponi per timbri e poi pennelli, spatole, penne espugnette per colorare.

Insomma, mi sono davvero sbizzarrita.

 

Per le pagine interne ho riutilizzato un’idea che avevo già messo in partica in un vecchio progetto. Ho staccato le pagine del libro e le ho cucite insieme a gruppetti di cinque o sei.

Dopo averle cucite,  usate la spatola per coprirle in tutto, o in  parte, con un strato di  gesso acrilico.

Il gesso serve a dare consistenza alla pagina ed evitare che i colori e gli acquarelli “inzuppino” la carta, rovinando l’album.
La copertina va dipinta con un colore a vostra scelta. Io ho usato del Colore Acrilico Bianco, ma nulla vieta di scegliere un colore molto più intenso.
Ho passato un paio di mani, cercando di non essere troppo precisa, in modo che il fondo delle sucessive decorazione fosse un po’ Shabby, ma anche qui ognuno sceglierà secondo il proprio gusto.
Per rinforzare la base, stendete anche qui un sottile strato di gesso e poi bucate le pagine interne che nel frattempo si saranno asciugate.
Quando la copertina si è perfettamente asciugata usate una mascherina e una spatola per decorarla in parte con il gesso acrilico, che conferisce un bell’effetto tridimensionale…

Le pagine interne posso essere decorate in mille modi diversi.

Oltre a quelle fatte di pagine di libro io ne ho inserite diverse fatte di carte patterned tagliate a misura che poi ho decorato con i gelatos, ad esempio, un prodotto nuovissimo che dovreste assolutamente provare. Ha la consistenza di un rossetto, si stende comodamente essendo in stick e sembra un pastello a cera molto, molto cremoso.

Poi basta passarci sopra un pennello bagnato ed ecco che il colore si uniforma. Per inumidirlo potrete usare anche le dita, o una spugnetta ottenedo effetti sempre diversi…

Con gli stencil si possono creare dei effetti colorati molto belli. Con una spugnetta si preleva il colore dai tamponi per i timbri e poi si “colora” direttamete sullo stencil, come vedete qui sotto.
Una volta preparato il fondo delle pagine non resta che decorarle, con abbellimenti vari, oppure potete usare penne da journaling e disegnare direttamente sul gesso.
Alla fine è venuto il momento di decorare la copertina.
Io sono stata piuttosto lienare…e ho usato qualche ritagio di carta scrap, una cornice in acetato e un badge grigio.
E questo è un dettaglio della copertina interna, rifasciata con una patterned bianca e nera e colorata con un gelatos.
Ed ecco un paio delle pagine interne. Senza foto perchè questo non è un album scrap, ma un “Quaderno delle citazioni” che io e Gio usiamo per appuntarci le nostre frasi “celebri”, quelle del nostro personalissimo lessico familiare e che quindi solo noi possiamo capire.
In questo caso abbellimenti e thichers l’hanno fatta da padrone.
Ho fatto quest’altra pagina usando gli avanzi di diversi alfabeti in legno… per ottenere lo stesso effetto potete usare una delle bellissime Fustelle per Bigshot e tagliare le vostre lettere in un foglio di sughero o compensato leggero.

 

Insomma, tutto sta ad assecondare la vostra fantasia 🙂
Buon Lavoro!!!

 

regali handmade

Scritto il . Postato in blog, i nostri speciali, lilith

Quest’anno in casa mia ci siamo sbizzarriti.
Abbiamo deciso di organizzare un Natale ancora più in grande del solito e quindi i preparativi fervono.
E per cominciare mi sono dedicata a dei piccolo ricordini per gli ospiti.
Ho usato una bella saponetta a stella per preparare i set di asciugamani per gli ospiti che nelle feste di natale si fermeranno a casa nostra.
Con un nastro ho legato gli asciugamani per gli ospiti e con un pezzo lo stesso nastro ho infiocchettato la stella. Con una piccola decorazione in resina glitterata a forma di fiocco di neve, fissata con la colla,  ho terminato il mio pacchetto.

Ho poi montato, usando un pezzo di twine bianco e rosso, altre due saponette a stellina, questa volta un pochino più piccole, e aggiungendo un altro fiocco di neve e una grande campanella di latta ho preparato un addobbo profumato da regalare ad ogni invitato.

 

Ed ecco la coppia di pensierini. Questi saponi sono davvero meravigliosi e profumatissimi. Potete trovare altre forme e colori nella sezione SAPONI e GESSI del sito.
Correte a comprarli sono un’idea davvero carina per natale!

 

Per la tavola ho poi pensato di preparare delle renne di gesso da usare come segnaposto.
Per preparali ho usato la polvere di ceramica di Stamperia, l’ho mischiata con acqua (un po’ meno di quanto indicata sulla confezione, perchè dopo un paio di prove mi è sembrato meglio tenere una pasta meno liquida) e ho aggiunto poche gocce di essenza al cocco. L’ho versata negli appositi stampi e in meno di due ore le renne sono asciutte e possono essere tirate fuori dagli stampi (anche qui ho usato quelli di Stamperia: bellissimi!!)
Ho ripreso il twine usato in precedenza e ho appeso al collo di ogni renna un campanellino d’argento fissandolo con un bel fiocco.
Sulla tavola metterò ogni renna su un piatto, appoggiandola da un piccolo centrino sottotorta e aggiungendo una bigliettino con il nome del commensale assegnato a quel posto.

 

Certo…avremo tanti ospiti questo Natale…quindi sono tante le renne segnaposto che ho dovuto  fare  🙂

 

Sulla porta della sala da pranzo appenderemo questo cuoricino di Rattan sbiancato. Per la decorazione ho preso un’altra con lacampanella in metallo, ho aggiunto un nastro verde, per rifarmi ai colori delle saponette usate in precedenza, ho terminato con una stellina e un  fiocco di neve glitterati e per il sentiment ho usato una chipboard bianca e rossa.

Insomma…questo natale da noi si fa festa seriamente e questi sono i primi lavoretti/regalini che abbiamo destinato ai nostri ospiti.
Perchè ci vogliono davvero pochi materiali e un po’ di fantasia per coccolare amici e familiari.

E voi? Cosa avete in serbo per queste festività?

Lilith

project life… istruzioni per l’uso

Scritto il . Postato in blog, lilith, scrapbooking & project life

Questo mese tocca a me cimentarmi con il project life e per farlo inizio raccontandovi in che modo mi piace lavorare a questo tipo di album. Ogni mese scelgo una combinazione di colori, diversa ogni volta e poi raccolgo tutti gli abbellimenti che si adattano ai colori che ho scelto e le card del PL su un vecchio vassoio della nonna, in modo da avere tutto insieme e poter lavorare più velocemente.

Questo, ad esempio è il mio vassoio di questo mese 🙂

Erika e Sissy mi hanno chiesto di scegliere con quale combinazione di carte volevo lavorare ed è stato davvero difficile scegliere: i nuovi Value Kit sono uno più bello dell’altro. A partire dal Brightlyprimaverile e allegro, passando per l’Odds&Ends tenue e delicato fino ad arrivare al trendissimo Good Times tutto giocato sull’effetto lavagna.
Io però sono stata letteralmente stregata dal  DIY Value Kit.Pieno di colori neutri abbinabili in mille modi possibili, con card che riprendono dettagli dall’effetto legno e sughero e altre dall’aria pulita e quasi Shabby.
Insomma, semplicemente Bellissimo!
Per il mio PL uso, ovviamente, i page protector di Becky Higgins e per essere certa di non trovarmi senza mi sono regalata, già ad inizio anno, il Page Protectors Big Pack, il grande pacco con 60 pezzi assortiti.
Ovviamente, oltre alle card ho usato gli onnipresenti Thikers per titoli e per indicare il giorno in cui sono state scattate le fotografie
E poi qualche adesivo sparso, ad esempio gli Stichers Printshop e abbellimenti di tutti i tipi come i nuovissimi September Skies Ephemera di Heidi Swapp
Ma non basta, TAG di Elle’s Studio, Glue Dots e Washi Tape: insomma tutto quello che proprio non può mancare in un progetto Scrap.
Io poi ho alcuni abbellimenti di cui proprio non posso fare a meno: ad esempio i “legnetti” della Studio Calico. Non sono in grado di fare neppure una paginetta senza arricchirla con qualchefreccetta o qualcuna delle loro bellissime stelline o senza utilizzare una delle bellissime Macchine Fotografiche in Sughero

Ecco, questo è il PL per me…ora tocca a voi interpretarlo a modo vostro e giocare con tutti i materiali a disposizione.
Buon divertimento!
Lilith

  • stamperia

  • American Crafts

  • becky higgins

  • la casa di gio

  • Studio Calico

  • DolceMania

Tutti i diritti riservati fatelecreative.it © 2017 - P.IVA 02595520996 - Privacy Policy
Powered by sibecomunicazione.it - Build with Wordpress framework and Yootheme template