parure in fimo

Scritto il . Postato in blog, sara

Il mio primo vero hobby è stata la modellazione delle paste sintetiche. Ho iniziato a modellare piccoli monili da sapore un gipsy, da autodidatta, girovagando per i siti americani in cerca di ispirazione. Poi ho iniziato a sperimentare le varie tecniche, acquisendo sempre più manualità e realizando anche delle vere e proprie parure di bijoux. Non avevo uno stile preciso, creavo a seconda dell’ispirazione.

Poi ho conosciuto lo scrap e ho abbandonato le mie amate paste modellabili, ma ammetto che ogni tanto sento l’impellente bisogno di manipolare un panetto di Fimo, non necessariamente per creare qualcosa, ma per il semplice gusto di tornare un pò indietro nel tempo. E così è stato qualche giorno fa, mentre cercavo l’ispirazione per questo post.

Ho rispolverato il mio quadernino delle tecniche e ne ho scelta una caso, si chiama “hidden magic” ed è una figata. In realtà, si parte da un’altra tecnica, la “skinner blend“, che consiste nella realizzazione di sfoglie di pasta modellabile con delle bellissime sfumature, mediante l’aiuto di una vera e propria macchina per stendere la pasta.

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/236x/63/06/98/630698f378c0b741162ae9cfd9c76852.jpg

Skinner blend – immagine presa da internet

Quindi mi sono messa all’opera ed ecco cosa ne è uscito.

Un’appariscente parure, composta da tre bangles, due spille e un paio di orecchini. Niente collana o anelli, perchè il resto mi sembrava già abbastanza importante!!

IMG_8628I colori sono gli stessi di un maglioncino che avevo regalato anni e secoli fa al mio fidanzato, che mi era piaciuto proprio per i colori accesi e vivaci.

Un particolare dei bracciali, che hanno spessori diversi e ho modellato usando come base una lattina di Coca Cola (il diametro perfetto per le mie mani!).

IMG_8621Ho prima creato una base con una sfoglia bella spessa di Fimo nero (n° 9) sulla quale ho modellato l’anima del bracciale con gli scarti di pasta di lavori precedenti (non si butta via niente, tutto torna utile!!) poi ho completato con i pezzi di Fimo sfumato, realizzati secondo i tutorial linkati sopra.

Stesso procedimento per gli orecchini: ho creato la base dandogli forma con gli appositi attrezzi e ho poi completato tutto con le strisce di Fimo sfumato.

IMG_8623

E infine le spille, realizzate nello stesso identico modo.

IMG_8624

Un trucchetto per elimire gli avvallamenti nei punti di giunzione dei vari pezzi di sfoglia, è quello di lisciare la superficie dell’oggetto con un pò di borotalco, che darà anche un effetto leggermente perlato al tutto.

Una volta modellata tutta la parure, ho infornato a per circa 30 minuti a 110°C, controllandola ogni tanto, date le diverse dimensioni dei vari pezzi. Ho lasciato rafreddare e poi ho lucidato tutto con l’apposita vernice brillante. Più mani si stendono, più la finitura tenderà all’effetto vetrificato, ma tra una mano e l’altra è importante lasciare asciugare molto bene!

Cosa aspettate? Correte in negozio (o nello shop) a fare scorta di Fimo per creare la vostra personalissima parure, magari anche un pò primaverile!

Sara

Lascia un commento

  • stamperia

  • American Crafts

  • becky higgins

  • la casa di gio

  • Studio Calico

  • DolceMania

Tutti i diritti riservati fatelecreative.it © 2017 - P.IVA 01550750994 - Privacy Policy
Powered by sibecomunicazione.it - Build with Wordpress framework and Yootheme template